Skip to content

Lo champagne batte tutti gli indici Azionari!

Super Performance

Secondo Bloomberg gli imbottigliamenti vintage offrono rarità, esclusività, potenziale di invecchiamento e un buon track record durante le recessioni economiche. Inoltre, la minore produzione nel 2021 e nel 2022 ha ridotto l’offerta, mentre la domanda globale rimane forte, così come i prezzi all’asta.

Bordeux e Bordogna
L’ampio interesse per gli investimenti in Cchampagne è iniziato da qualche anno, quando gli acquirenti hanno capito quanto i grandi esemplari del vino spumante francese fossero sottovalutati rispetto a Bordeaux e Borgogna. Così la domanda è esplosa. Un decennio fa le migliori bollicine del mondo rappresentavano solo il 2% delle negoziazioni del mercato secondario su Liv-Ex.
 
Su quali Champagne Investire?
Uno dei migliori blue chip è il 2008 Dom Perignon, un vino con una richiesta continua, soprattutto in Asia. Il prezzo del 2006 Krug Vintage Brut, invece, è cresciuto del 57% in cinque anni. Resta forte anche la domanda di 2012 Louis Roederer Cristal, il cui valore è aumentato dell’80% da aprile 2021. Mentre del 2008 Vintage Rare Brut Millesime sono state prodotte solo 12 annate, così i prezzi di quelle più vecchie sono schizzati.