Skip to content

Perchè queste aziende non si quotano in borsa?

Quali sono i vantaggi di quotarsi?

La motivazione principale che spinge un’azienda a quotarsi in Borsa è il bisogno di liquidità. L’aumento di capitale spesso serve a finanziare la propria attività o nuovi, ambiziosi progetti.

La quotazione in borsa permette alle aziende di avere capitali a disposizione senza dover rendere conto alle banche, evitando quindi di pagare alti interessi.

Con la quotazione in borsa si permette a nuovi investitori ed azionisti di acquisire azioni dell’azienda, diventando soci a tutti gli effetti. La quotazione in borsa può anche rappresentare una vetrina per l’azienda, che può avere buoni riscontri in termini di visibilità e pubblicità.

Dal punto di vista dell’investitore, acquistare le azioni di una società permette di veder aumentare il valore delle proprie azioni, all’aumentare degli utili della società.

Quali sono gli svantaggi?

In caso contrario, quindi se l’azienda non dovesse riuscire ad aumentare gli utili, gli investitori vedranno le proprie azioni diminuire di valore.

Questo è probabilmente lo svantaggio principale: le aspettative degli investitori quando si è di fronte ad una IPO sono alte. Le decisioni prese dal CDA saranno sempre sotto i riflettori. 

In aggiunta, l’azienda dovrà espletare degli obblighi informativi, per aggiornare gli azionisti sui bilanci e sulle decisioni principali.

Ferrero

Fondata nel dopoguerra dalla famiglia Ferrero, questa azienda italiana opera nel mercato alimentare.

La società ha sede a Lussemburgo e non sembra avere necessità di raccogliere nuovi capitali quotandosi in Borsa.

Nel corso degli anni, grazie alle oculate scelte in termini di espansione, distribuzione e diversificazione, i dirigenti di Ferrero non hanno avuto alcun bisogno di rivolgersi ai mercati finanziari.

Barilla

Multinazionale famosa in Italia e nel mondo, Barilla è leader nel settore alimentare. Fondata nel 1877 a Parma, oggi conta quasi 10 mila dipendenti in tutto il mondo.

La famiglia Barilla è alla guida dell’azienda e ne detiene ancora le quote di maggioranza, Alla guida dell’azienda c’è la famiglia Barilla che, dopo una breve parentesi negli anni 70, detiene ancora le quote di maggioranza.

Oggi possiede stabilimenti e marche in tutto il mondo, dal Regno Unito al Canada.

Lavazza

Azienda italiana fondata a Torino da Luigi Lavazza nel 1895, Lavazza opera nel settore del caffè. Oggi è presente in circa 90 Paesi e conta più di 3 mila dipendenti.

Al momento, Lavazza non ha intenzione di quotarsi in borsa, ma continua ad acquisire nuove società crescendo in questo modo utilizzando esclusivamente risorse interne.